Utenti on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

Raffaella Zaccaria

Biografia

     Compiuti gli studi classici, si è laureata in Filosofia nel 1976 presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” discutendo la tesi in Storia della Filosofia antica con Gabriele Giannantoni. È entrata nell’amministrazione degli Archivi di Stato nel 1979, in seguito a concorso, con la qualifica di Archivista di Stato in servizio presso l’Archivio di Stato di Firenze. Nel 1982 ha conseguito il Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso la Scuola annessa all’Archivio di Stato di Firenze.

Dal 1988 al 1990 è stata distaccata presso la Sovrintendenza archivistica per la Toscana, rientrando poi presso l’Archivio di Stato di Firenze.

Fin dall’inizio del suo servizio archivistico si è rivolta allo studio della documentazione interna all’Archivio di Stato di Firenze. Per ragioni d’ufficio ha avuto dapprima  la responsabilità del settore relativo al periodo post-unitario. Allo studio di carte ottocentesche, soprattutto lorenesi, ha continuato a lavorare, con missioni a Praga, presso lo Státní Ústrědní Archiv dove sono conservati fondi archivistici relativi alla Toscana.

Durante il periodo di comando presso la Sovrintendenza archivistica ha avuto la responsabilità del settore degli Archivi delle istituzioni culturali e ha collaborato col settore degli Archivi privati.

 A partire dal 1994, fino al 2004, presso l’Archivio di Stato di Firenze è stata responsabile del settore della Repubblica. 

Dal 1986 ha collaborato regolarmente con l’ “Archivio storico italiano”, con articoli, recensioni e notizie bibliografiche. Dal 1990 è membro della Deputazione di storia patria per la Toscana; dal 1995 dirige, insieme a Luigi Borgia, Francesco de Luca e Paolo Viti, la collana “Attraverso la storia” presso l’Editore Conte di Lecce; dal 1995 è membro della redazione di “Interpres”, rivista di studi quattrocenteschi diretta da Mario Martelli.    

 Nell’Anno accademico 1998-1999 è stata titolare di un contratto di Archivistica speciale medievale e moderna presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Firenze all’interno del Corso per il Diploma universitario Operatore dei Beni culturali.

 Ha tenuto un corso di Archivistica speciale medievale e moderna per un Master biennale in “Archivistica, Biblioteconomia e Codicologia. Riordinamento e inventariazione degli archivi e catalogazione di documenti manoscritti, stampati e digitali”, per l’anno accademico 2002/2003, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Firenze.

 Nel 2003 è risultata vincitrice di un concorso di Professore di II fascia per il Raggruppamento disciplinare M-STO 08; il 3 gennaio 2005 ha preso servizio come docente di Archivistica presso l’Università degli Studi di Salerno.

 Dal 2006 è membro della Commissione Nazionale per L’Edizione delle opere di Angelo Poliziano e della Commissione per le celebrazioni del sesto centenario della morte di Coluccio Salutati.

 Collabora con l’Archivio di Stato di Firenze per l’edizione dei carteggi diplomatici della Signoria fiorentina nell’ambito di un progetto promosso dal Centro di Studi sul Classicismo di Prato e finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività culturali.

Pubblicazioni

- Lettere sconosciute a Cosimo dei Medici: inventario e regesto (con tre inediti), in “Interpres”, XIX (2000), pp.152-174;

- I Processi di Girolamo Savonarola (1498), a cura di I. G. Rao, P. Viti, R. M. Zaccaria, Firenze 2001, pp.45-179; - Studi sulla trasmissione archivistica. Secoli XV-XVI, Lecce, 2002;

- Il Mediceo avanti il principato: trasmissione e organizzazione archivistica, in I Medici in rete: ricerca e progettualità scientifica a proposito dell'Archivio Mediceo avanti il Principato, a cura di I. Cotta e F. Klein, Firenze 2003, pp. 57-79;

- Carlo Marsuppini, in I Cancellieri aretini della Repubblica di Firenze, Catalogo della mostra Arezzo, 12 dicembre 2003-20 gennaio 2004, a cura di R. Cardini e P. Viti, Firenze 2003, pp. 73-78 (in collaborazione con D. Coppini), 79-87;

- Gli archivi della Repubblica fiorentina nello sviluppo storiografico del secolo XIX. Tra indagine storica e metodologia archivistica, in Archivi e storia nell’Europa del XIX secolo. Alle radici dell’identità culturale europea, Atti del convegno internazionale di studi nei 150 anni dall’istituzione dell’Archivio Centrale, poi Archivio di Stato, di Firenze, Firenze, 4-7 dicembre 2002, a cura di I. Cotta e R. Manno Tolu, Roma, Ministero per i Beni e le Attività culturali, 2006, pp. 387-410.

- Il carteggio Vasari: metodologia di inventariazione e prospettive di ricerca, in “Ricerche Storiche”, XXXVIII, 1/2008, pp. 5-21;

- Coluccio Salutati cancelliere delle Tratte, in Coluccio Salutati e Firenze. Ideologia e formazione dello Stato. Catalogo della mostra Firenze, Archivio di Stato 9 dicembre 2008-14 marzo 2009, a cura di R. Cardini e P. Viti, Firenze, Mauro Pagliai Editore, 2008, pp. 67-87;

- Documenti su Giannozzo Manetti, in Dignitas et excellentia hominis. Atti del Convegno Internazionale di Studi su Giannozzo Manetti (Fiesole-Firenze, 18-20 giugno 2007), a cura di S. U. Baldassarri, Firenze, Le Lettere, 2008, pp. 333-345;

- Introduzione a L’adozione del ‘metodo storico’ in Archivistica: origine, sviluppo, prospettive. Seminario, Salerno 25 maggio 2007, a cura di R. M. Zaccaria, Salerno, Laveglia&Carlone, 2009, pp. 9-23;

- A. F. Verde, O. P., Lo Studio Fiorentino. Ricerche e documenti. 1473-1503, vol. VI, Indici, a cura di R. M. Zaccaria, Firenze, Olscki, 2010;

 -L’Archivio parrocchiale di Carpineto di Fisciano, a cura di L. Aversa, G. Fiore, R. M. Zaccaria, Salerno, Laveglia&Carlone, 2011.